domenica 30 giugno 2013

Sette giorni; Una notte ad Amalfi e altre novità Edizioni E/O in libreria dal 3 luglio

Titolo: Sette giorni
Autore:
Deon Meyer    
Editore: Edizioni E/O
Pagine: 400
Anno di pubblicazione: 2013 
Prezzo copertina: 18,50 €


Vincitore dell'edizione 2011 del Premio Barry per il miglior thriller, Deon Meyer si è ormai affermato come uno dei migliori giallisti del panorama internazionale. Narratore magistrale, artefice di trame al cardiopalma accompagnate da ritratti illuminanti del suo paese, Meyer è stato definito "il re del giallo sudafricano". In Sette giorni il capitano Bennie Griessel viene incaricato di occuparsi di una faccenda ingrata e pressoché indecifrabile. Due poliziotti sono stati presi di mira da un cecchino, che per e-mail accusa la polizia di corruzione e di insabbiamenti in un caso rimasto insoluto. Si tratta dell'omicidio di Hanneke Sloet, un'ambiziosa avvocatessa uccisa nel suo lussuoso appartamento di Città del Capo.
Nessun movente, nessuna pista, niente prove. L'ex fidanzato ha un alibi a prova di bomba e benché Griessel resti incuriosito da una serie di foto dell'avvocatessa in pose provocanti, l'ispettore che ha già seguito il caso sembra aver fatto un lavoro scrupoloso. Ma il cecchino non si ferma. Griessel viene messo sotto pressione dall'incalzare degli eventi e nella stessa situazione finisce Mbali Kaleni, la risoluta collega di Griessel incaricata di stanare il cecchino, la quale cerca disperatamente di individuare un legame con il caso Sloet prima che sia troppo tardi. Sette giorni è un misto avvincente di suspense e mistero, un nuovo splendido thriller firmato da una delle penne migliori del thrilling internazionale. 

Titolo: Una notte ad Amalfi
Autore:
Begoña Huertas  
Editore: Edizioni E/O
Pagine: 144
Anno di pubblicazione: 2013 
Prezzo copertina: 14,50 €


Sergio e Lidia sono una coppia di giovani sposi che dalla Spagna arrivano sulla costiera per trascorrere qualche giorno di vacanza: mare, sole e tranquillità è tutto ciò che cercano. Fino a quando Lidia non sparisce nel nulla e Sergio si mette sulle sue tracce in una caccia senza respiro, lunga una notte. Un romanzo intensissimo che incalza il lettore pagina dopo pagina. 

Begoña Huertas è nata a Gijón nel 1965. Ha vinto il Premio Casa de las Américas per la sua opera Ensayo de un cambio: la narrativa cubana en la década de los 80 (1994). Tra i suoi libri, inediti finora in Italia, ricordiamo i racconti di A tragos (1996) e i romanzi Déjenme dormir en paz (1998), Por eso envejecemos tan deprisa (2001) e En el fondo. Pide una copa, paga Proust (2009. Collabora con numerose riviste culturali e dà lezioni in laboratori di scrittura creativa all’università. Una notte ad Amalfi, pubblicato in Spagna da El Aleph Editores nel 2012, è il suo primo libro a essere tradotto in Italia.

Titolo: Il paese dimenticato dal tempo
Autore:
Xavier-Marie Bonnot  
Editore: Edizioni E/O
Pagine: 384
Anno di pubblicazione: 2013 
Prezzo copertina: 18,50 €


Nuova Guinea, 1936. Gli esploratori Fernand Delorme e Robert Ballancourt salpano a bordo della Marie-Jeanne, un magnifico veliero che li porta sulle rive del fiume Sepik. Sono alla ricerca di oggetti d’arte: armi, trofei di guerra, ma anche teste ridotte e crani rimodellati che ancora conservano al loro interno lo spirito di antenati defunti. Il viaggio li porta presso una tribù mai venuta a contatto con l’uomo bianco. Marsiglia, settant’anni dopo. Fernand Delorme viene trovato assassinato nel suo studio: ha il volto coperto da una maschera tribale. Davanti al cadavere l’omicida ha lasciato un libro, Totem e Tabù di Freud, aperto alla pagina 213. Tutt’attorno decine di statuette, flauti e oggetti d’arte papuana. Manca però un oggetto: un cranio di antenato è stato rubato, il più prezioso. Il comandante della Brigata anticrimine Michel De Palma, detto il Barone, è incaricato del caso: tra i libri del dottore rinviene il diario di bordo della Marie-Jeanne e intuisce che la soluzione dell’omicidio si trova da qualche parte sulle rive del Sepik. Ma ben presto l’assassino colpisce di nuovo nel mondo degli etnologi e dei mercanti d’arte primitiva: si tratta di un serial killer o di un maniaco, di traffico d’arte o di un regolamento di conti? 

Xavier-Marie Bonnot è nato a Marsiglia. E' autore di noir tradotti in numerose lingue che affrontano con maestria gli argomenti più diversi quali il terrorismo, la preistoria o le leggende provenzali, trasportandoci in territori oscuri dove passato e presente si mescolano alle frontiere del soprannaturale.

Titolo: Blanca
Autore:
Patrizia Rinaldi
Editore: Edizioni E/O
Pagine: 208
Anno di pubblicazione: 2013 
Prezzo copertina: 9,50 €


Il commissario Martusciello e l’ispettore Liguori sono alle prese con un caso spinoso: l’omicidio di un pregiudicato, due sparizioni, una donna ritrovata in un cratere e tutto sembra collegarsi. L’uno è un ostinato uomo del popolo, l’altro un piedipiatti che si da arie da aristocratico, ma è solo quando alla coppia si unisce Blanca, ipovedente specialista di intercettazioni che le indagini prendono il largo: bellissima, costretta dal buio che l’avvolge a percepire con gli altri sensi ciò che la circonda e i tremiti degli uomini. I tre scopriranno presto una trama criminale che dai vicoli della città vecchia arriva alle grandi piazze del centro, senza risparmiare nessuno, senza nessuna pietà.

Patrizia Rinaldi vive e lavora a Napoli, dove è nata nel 1960. È autrice di diversi gialli, tra cui ricordiamo Il commissario Gargiulo (Stampa alternativa 1995), Napoli-Pozzuoli. Uscita 14 (Flaccovio editore 2007), Ninetta Ridolfi e gli oggetti affettuosi (Mondadori 2008, primo premio al concorso Profondo giallo 2007). È anche autrice di libri per ragazzi, tra cui Rock sentimentale (El 2011), E poi domani guarisco (Oscar Mondadori 2011, prefazione di Miriam Mafai). Nel 2012 è uscito per le Edizioni E/O Tre numero imperfetto. 

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO